Psicologia inversa: come usarla in amore per riconquistare l'ex

Guida Guida

Sparire per far tornare: trucchi psicologici per riconquistare attraverso la psicologia inversa con l’ex.

Sparire per far tornare: trucchi psicologici per riconquistare attraverso la psicologia inversa con l’ex.

Quando una storia d’amore finisce, si prova in tutti i modi a recuperare il rapporto, soprattutto se è stata l’altra persona a decidere di farla finita. In genere, si tirano fuori tutte le tecniche di seduzione a propria disposizione per cercare di convincerlo di quello che ha perso; oppure si mettono sul tavolo centinaia di promesse di cambiamento, prospettive e livelli di apertura che fino a quel momento non erano mai stati presi in considerazione.

Il più delle volte si finisce col ricevere la carta dell’indifferenza in amore: l’altro ci vede come dei soggetti appiccicosi, che rasentano il patetico, con i quali è meglio non avere più a che fare. Mai pensato di mettere in campo un’altra strategia nella psicologia di coppia, giocando con la logica inversa in modo tale da attirare la sua attenzione? Si tratta di utilizzare la psicologia inversa per riconquistare un amore: in cosa consiste e funzione veramente? Vediamolo insieme.

Psicologia inversa per riconquistare un uomo: il giochino dell’indifferenza

La psicologia inversa è una tattica adoperata in qualsiasi ambito – non solo a livello emotivo – per ottenere qualcosa fingendo di non essere interessati. Non fare niente per riconquistare, in sintesi, attivando processi mentali che inducono l’altro a fare ciò che desideriamo senza chiederlo.

Foto: Igor Golubov © 123RF.com

La psicologia inversa consiste dunque in un processo manipolativo che si adotta, per esempio, quando i bambini non vogliono fare qualcosa. Sgridarli e convincerli controvoglia non porta da nessuna parte. Ignorarli e andare oltre non li fa sentire considerati e li porta a cercare di ottenere la nostra attenzione concentrandosi sull’obbligo che era stato loro imposto. Quando qualcosa non è più vietata, perde il fascino della disubbidienza e diventa più facile accettarla, considerarla passabile.

Trucchi psicologici per riconquistare: reattanza psicologica

Quanto detto finora prende il nome di reattanza psicologia: quando la nostra mente e la nostra libertà si sentono minacciate da un divieto o una proibizione, scatta in modo automatico un senso di ribellione che ci induce a intensificare il comportamento bandito. Come si può utilizzare dunque il meccanismo della psicologia inversa per riconquistare un ex?

Premesso che non si tratta di una scienza esatta, la psicologia inversa può comunque permettere di ottenere alcuni risultati perché spesso quello che bisogna fare in amore è dare all’altro ciò che proprio non si stava aspettando. Tra i trucchi di maggiore successo, ci sono senza dubbio:

  • creare distacco manifestando minore interesse nei confronti dell’altro;
  • smetterla di essere prevedibili, evitando di mandare messaggi sempre alla stessa ora o di rispondere subito dopo aver ricevuto un SMS da parte sua;
  • chiedere di uscire senza farlo sembrare come l’evento del secolo, che stavate progettando da tantissimo tempo e che non vedete l’ora di poter realizzare;
  • fingere di essere interessata a un altro. Nella maggior parte dei casi, questa strategia è efficace. Ci sono però partner particolarmente possessivi che potrebbero non apprezzare questo atteggiamento: in questo caso, meglio essere previdenti ed evitare per non provocare un allontanamento definitivo.

Foto apertura: Lasse Kristensen © 123RF.com

 

Amore e coppia
SEGUICI