Amore tossico: cosa fare se lui è violento

Guida Guida

Come difendersi da un uomo violento: consigli utili per sopravvivere a un amore tossico.

Come difendersi da un uomo violento: consigli utili per sopravvivere a un amore tossico.

Non importa quante frasi d'amore vi ha dedicato nel tempo: se un uomo, a un certo punto della vostra relazione, ha pensato di ritenere giusto, utile o indispensabile il ricorso alle mani, allora potete parlare di tutto tranne che di amore. Non importa quale sia il suo movente, se la gelosia verso un collega carino o il fatto che non lo assecondiate in tutto quello che vi chiede. La violenza non può essere giustificata, in nessun caso.

Se c'è violenza si può parlare, al massimo, di amore tossico. E come ogni cosa tossica, fa molto male. Come bisogna comportarsi quando si ha a che fare con un uomo violento? Come si può riuscire a liberarsi di lui senza che l’allontanamento provochi una relazione ancora più violenta e incontrollata? Intanto bisogna partire dalle basi: capire come fare per riconoscere un partner tossico.

Da cosa si riconosce un uomo violento?

Non sempre la violenza si manifesta nella sua forma peggiore, quella che fa male esternamente, lasciando lividi e segni sempre più evidenti sul proprio corpo. La tossicità di un partner si può manifestare in modi differenti, per esempio nel caso di un marito violento a parole. Anche quelle scavano e incidono ferite profonde dalle quali è difficile riuscire a guarire nel tempo.

Il partner violento è in genere un uomo mammone, con manie di protagonismo: ha bisogno di organizzare tutto, senza consultare la sua compagna. Al minimo accenno di indipendenza da parte della propria partner, si irrita. La sua gelosia sfiora l’ossessione, e considera la donna con cui sta una proprietà: tende in genere infatti ad allontanarla dal resto del mondo.

Foto: Vigen Mnoyan © 123RF.com

Un uomo violento vuole sempre avere ragione, non è in grado di addossarsi colpe, è umorale ed egocentrico e in grado di manipolare la realtà in modo tale da farvi sentire sempre in colpa. Il suo atteggiamento aggressivo nasconde comunque fragilità e insicurezza senza confini.

Come allontanare un uomo violento

In genere quando si vive una storia d’amore tossico si è caduti nella trappola di dipendere emotivamente da qualcuno. Quando si ha a che fare con un uomo violento è inutile andare alla ricerca delle motivazioni che lo hanno trasformato in un mostro (vigliacco) del genere. Che sia colpa della madri oppure di qualche trauma subito nel corso del tempo, non potete essere voi la persona che si ritrova lungo il percorso un partner del genere, e ne rimane intrappolata.

Per una volta nella vita, dovete essere del tutto egoiste. Non vi serve sapere come aiutare un uomo violento a cambiare. Dovete fare in modo di salvare voi stesse, perché lui non cambierà. Nonostante tutte le scuse e le promesse che ha fatto negli anni di fronte alle vostre lacrime.

Dovete cercare di allontanarlo senza pietà. Non credete alle sue parole, anche se fa male, anche se siete innamorate e pensate che si tratti soltanto di una fase. Non lo è. Per liberarsi di un uomo violento bisogna trovare la forza di chiedere aiuto. Se non riuscite a confidarvi con amici e parenti, potete comunque trovare soccorso chiamando il 112, o il numero verde anti violenza e stalking 1522, attivo 24 ore su 24.

Foto apertura: Tinnakorn Jorruang © 123RF.com

Amore e coppia
SEGUICI