Sesso a 60 anni: come stupire (ancora) il tuo lui tra le lenzuola

Guida Guida

Il corpo cambia nel tempo, ma la voglia di fare l’amore rimane: ecco come tenerla accesa dopo i 60 anni.  

Il corpo cambia nel tempo, ma la voglia di fare l’amore rimane: ecco come tenerla accesa dopo i 60 anni.  

Il tempo ha degli effetti sulle coppie che a volte possono essere positivi, altre volte meno. Stare insieme da tempo vuol dire conoscersi, capirsi senza parlare, avere un’intimità così profonda da fare invidia al resto del mondo. Stare insieme da tempo, però, significa anche routine. Ed è proprio questa parola una delle più grandi nemiche del sesso, soprattutto quando non si è più tanto giovani. Questo non significa, però, che il sesso a 60 anni o quando si è anziani non possa essere ancora stupefacente. 

Con l’età sorgono tante domande legate alla sfera sessuale: quante volte fare l’amore? Perché le donne non vogliono fare l’amore? Masturbazione e prostata possono andare d’accordo? Il sesso a 60 anni, però, nonostante questi interrogativi e i primi acciacchi dell’età, può essere ancora molto stimolante. Lo stesso si può dire per chi vuole far sesso a 70 anni. Vediamo in che modo!

Sesso a 60 anni: come renderlo divertente

La sessualità maschile a 50 anni cambia, questo è certo. Iniziano i primi problemi legati alla prostata e i primi segnali di impotenza. La medicina, però, ha fatto passi da gigante e rivolgersi a uno specialista per risolvere questi impedimenti legati ai cambiamenti del corpo è sempre più comune nelle coppie. Le donne, d’altra parte, iniziano ad avere problemi di secchezza vaginale, ma l’utilizzo di creme lubrificanti può comunque risolvere il fastidio.

Il sesso a 60 anni, dunque, risolti i problemi legati al fisico, ha bisogno di stimoli per trovare nuova linfa ed essere eccitante come lo era in passato. Che fare? Nonostante il trascorrere del tempo, la sessualità dell’uomo rimane comunque principalmente visiva. Si potrebbe quindi decidere di vedere un bel porno insieme, a maggior ragione se non si è fatto niente di simile prima. Il vantaggio del sesso a 60 anni, poi, deriva dal fatto di conoscere benissimo l’altro e sapere esattamente quello che lo fa andare in estasi. A tal proposito, si potrebbe cercare di ricreare situazioni passate che sono state particolarmente eccitanti dal punto di vista sessuale e renderle più particolari con proposte nuove, come il bondage o l’utilizzo di un sex toy.

Sesso a 60 anni: mai smettere di piacersi e di piacere

Tra le tecniche di seduzione migliori per far godere un uomo, comunque, la migliore fra tutte rimane la stima nei confronti di sé stesse e delle proprie capacità. Non bisogna lasciare che il tempo e ciò che si porta via – la bellezza fisica, principalmente – ledano quello che siamo e siamo in grado di dimostrare, in ogni ambito.

Una donna matura ha sicuramente una grandissima carta da giocare, anche sotto le lenzuola: la consapevolezza di sé, del proprio essere, dei propri desideri e di cosa fare per raggiungere un obiettivo. Quindi, per riuscire a sorprenderlo a letto e rendere il sesso a 60 anni una bellissima esperienza, bisogna seguire una regola fondamentale: non smettere mai di piacersi.

Foto: Roman Samborskyi @1213rf.com

Amore e coppia
SEGUICI