Tutto sul petting: cos'è, come si fa (e qualche consiglio prezioso)

Guida Guida

Cos'è il petting, dopo quanto tempo farlo, comporta dei rischi? Tutte le risposte ai principali dubbi in materia.  

Cos'è il petting, dopo quanto tempo farlo, comporta dei rischi? Tutte le risposte ai principali dubbi in materia.  
Ti potrebbero interessare

Petting è una delle prime parole che si conoscono durante l'adolescenza, quando si iniziano a fare i primi passi nel mondo del sesso. Molti lo utilizzano come sinonimo di preliminari, sbagliando.

Cosa si intende di preciso con il termine petting? In queste righe sarà spiegato il significato di petting e si cercherà di rispondere ad alcuni dei dubbi più diffusi sull'argomento, come per esempio se comporta dei rischi, dopo quanto tempo farlo, se si può fare quando si è in gravidanza.

Petting: cosa significa 

Petting deriva dal verbo inglese “to pet” che in origine indicava l'atto di coccolare i propri animali domestici – cane e gatto, che si chiamano per l'appunto pets – per esempio attraverso carezze.

Il significato del termine è stato poi esteso passando a indicare le effusioni e le carezze scambiate da una coppia e che provocano eccitazione sessuale. 

Come si fa petting 

Il petting è, dunque, un rapporto non completo. Molti lo definiscono “sesso senza penetrazione”. Il petting ha la funzione di incrementare l'eccitazione, ma non termina con la penetrazione. Si gode, ma in modo diverso.

In cosa consiste il petting nella pratica, dato che esclude il rapporto sessuale vaginale? Ne fanno parte le carezze, i massaggi e il toccare l'altro alla scoperta delle sue zone erogene. Si parla di heavy petting quando il contatto con l'altro ha un contenuto erotico molto forte, ovvero quando ci si scambiano baci e si procede con la masturbazione reciproca.

Petting: con o senza vestiti? 

Il petting è il primo step dell'esperienza sessuale della maggior parte di noi, i gradini che si salgono prima di arrivare al sesso con penetrazione. Per questo motivo, almeno all'inizio, il petting viene spesso praticato con i vestiti addosso.

In questi casi, può consistere:

  • nello sfregamento della vagina di lei sul corpo di lui;
  • nel fare massaggi erotici ai genitali dell'altro, ma senza togliersi ancora i vestiti.

Si tratta di un'esperienza sessuale che ha una gradualità differente a seconda del carattere di chi lo pratica e del desiderio di esplorazione.

Differenze tra petting e preliminari

Quanto detto finora potrebbe generare un po' di confusione in merito alla differenza tra petting e preliminari: in cosa consiste? Come suggerisce il termine stesso, i preliminari sono tutto ciò che precede il rapporto sessuale: la loro funzione è quella di stimolare i partner, mentalmente e fisicamente, in modo tale da rendere più piacevole il momento della penetrazione. Ognuno di noi, uomo o donna che sia, conosce benissimo, l'importanza dei preliminari. Il petting non ha invece la funzione di culminare in un amplesso.

Dopo quanto tempo fare petting? 

Non esistono regole sulle tempistiche da seguire quando si vuole fare petting con qualcuno. Non è una questione di età anagrafica, ma di età mentale: in genere, è qualcosa che avviene in modo del tutto naturale, senza bisogno di doversi organizzare o di dover forzare in qualche modo le cose.

Petting: i rischi per la salute 

Sebbene il petting escluda la penetrazione, ciò non significa che sia esente da rischi. Si tratta comunque di toccare le zone intime del proprio partner: ragion per cui, per minimizzare la possibilità di prendere infezioni sessuali, come per esempio la candida o la pediculosi del pube, bisogna prestare particolare attenzione all'igiene e ricordarsi di lasciarsi ancora più spesso le mani, e non solo. 

Molti si chiedono se una donna incinta possa fare petting. La risposta è affermativa: se è possibile fare sesso in gravidanza, per quale motivo non si dovrebbe poter fare anche il resto?

Petting: 3 consigli per voi 

Il petting non è semplicemente l'anticamera del sesso, in quanto si tratta di un elemento che può far bene anche alle coppie mature, aiutandole a stabilire un contatto più forte e a conoscersi meglio dal punto di vista fisico.

Il petting non deve essere quindi sottovalutato, a prescindere dall'età. Ecco allora 3 consigli da mettere in pratica per goderne al meglio:

  1. non avere fretta: più tempo si passa a esplorare le zone erogene del proprio partner, più l'eccitazione salirà alle stelle;
  2. mantenere il contatto con gli occhi dell'altro può rendere il petting ancora più potente;
  3. lasciarsi andare e non seguire uno schema: in genere si vivono sempre i momenti migliori così.
Amore e coppia
SEGUICI