Tutto sull'abbattitore domestico: cos'è, come funziona, quanto costa

Simile al congelatore, ma molto diverso: surgela gli alimenti preservandoli al meglio. Le cose da sapere su questo elettrodomestico, sempre più di moda in cucina. 

Simile al congelatore, ma molto diverso: surgela gli alimenti preservandoli al meglio. Le cose da sapere su questo elettrodomestico, sempre più di moda in cucina. 

Prima era presente solo nelle cucine professionali dei ristoranti e delle strutture con servizio mensa. Da qualche tempo, però, si sta facendo largo anche nelle cucine dei ‘comuni mortali’, quelle domestiche per intenderci: stiamo parlando dell’abbattitore. Ecco le cose da sapere su questo elettrodomestico, che in cucina può rivelarsi davvero molto utile.

Cos'è l'abbattitore di temperatura 

L’abbattitore domestico è uno strumento utilizzato per portare in breve tempo la temperatura dei cibi caldi da quella di cottura a 3 °C, così da poterli riporre immediatamente in frigorifero senza danneggiare il prodotto. L’abbattitore consente inoltre la surgelazione rapida del cibo, che in questo modo mantiene tutte le sue qualità organolettiche.

I vantaggi nell'uso dell'abbattitore 

Questo elettrodomestico non solo protegge il frigorifero (che si rovinerebbe inserendo al suo interno alimenti caldi), ma anche la salute: l’uso dell’abbattitore permette infatti di bloccare la proliferazione dei batteri. Come nei ristoranti, l’abbattitore di pesce crudo può rivelarsi utile a casa: a -20°C per 24 ore viene infatti scongiurato ogni rischio legato alla presenza di parassiti. La surgelazione rapida consente poi di evitare la formazione di macro-cristalli di ghiaccio all'interno degli alimenti, che risulteranno ‘freschi’ anche una volta scongelati.

Come funziona l'abbattitore

Oltre a quelle già citate, sono altre le funzioni dell’abbattitore di temperatura: può essere utilizzato per lo scongelamento degli alimenti e per la conservazione personalizzata dei cibi, che possono essere anche riscaldati o addirittura cotti a bassa temperatura in questo elettrodomestico, conservando completamente le proprietà nutritive dei prodotti.

Differenza tra abbattitore e congelatore 

L’abbattitore casalingo surgela e non congela i prodotti: nel primo processo l’acqua contenuta negli alimenti gela formando microcristalli di ghiaccio, mentre nel secondo si verifica la formazione di macrocristalli, che lacerano le fibre dei prodotti facendo loro perdere importanti proprietà nutritive. A livello pratico c’è inoltre una sostanziale differenza: i cibi caldi si possono mettere direttamente nell’abbattitore, ma non nel congelatore.

Foto: @Irinox

L'abbattitore domestico 

Abbattitore free standing 

L’abbattitore casalingo si differenzia da quello professionale semplicemente per le dimensioni e non per le performance. Anche se la maggior parte degli abbattitori domestici sono da incasso, è possibile optare anche per modelli freestanding.

Abbattitore da incasso 

Come detto, la maggior parte dei modelli sono da incasso e si possono montare nelle normali colonne per elettrodomestici. Un esempio è Freddy, abbattitore Irinox realizzato interamente in acciaio inox e dotato di pannello comandi soft touch intuitivo.

Quanto costa un abbattitore domestico

Il range di prezzo per gli abbattitori domestici è piuttosto ampio. Per i modelli più piccoli, semplici ed economici possono bastare circa 1.000 euro, mentre quelli più costosi possono arrivare anche a 5.000 euro. Il già citato Freddy, proposto da Irinox, ha un costo di 2.800 euro.

Alternative all'abbattitore 

Non esiste una vera alternativa all’abbattitore, del quale abbiamo elencato i numerosi vantaggi, per la salute e la salvaguardia delle proprietà degli alimenti. Chi vuole ricorrere al fai-da-te per abbassare la temperatura degli alimenti prima di metterli in frigorifero oppure nel freezer ha una sola, vera possibilità: l’acqua fredda o il bagnomaria ghiacciato. Ma, ovviamente, non sarà mai la stessa cosa.

Foto apertura: @Irinox

Casa e fai da te
SEGUICI