Pulizia di casa: guida ai detergenti naturali

Perché usare sostanze chimiche che possono risultare dannose quando esistono prodotti naturali ugualmente efficaci? Ecco una guida ai detergenti ecologici. 

Perché usare sostanze chimiche che possono risultare dannose quando esistono prodotti naturali ugualmente efficaci? Ecco una guida ai detergenti ecologici. 

La maggior parte dei detergenti in commercio è composta da tensioattivi, ovvero sostanze chimiche derivate dal petrolio, tossiche per l’ambiente e per la salute dell’uomo.

Detergenti ecologici per una perfetta pulizia della casa

I detergenti composti da sostanze chimiche non sono però una scelta obbligata: per la pulizia della casa è infatti possibile utilizzare prodotti naturali come aceto, limone e olio d’oliva, molto efficaci ed ecologici. Ecco una piccola guida ai detergenti naturali.

Aceto

 

Foto:  yelenayemchuk - 123.RF

Piastrelle, rubinetti, posate, mobili. E non solo. Valido sostituto degli sgrassatori, grazie al 5% di acido acetico, l’aceto di vino (meglio se bianco) regala brillantezza e profumo. Capace di eliminare grassi e batteri, l’aceto può essere utilizzato per decalcificare i depositi minerali o per la pulizia di pavimenti che non hanno bisogno di essere incerati, nonché per igienizzare gli scarichi di cucina e bagno: basta infatti versarci un bicchiere all’interno, lasciare agire 30 minuti e risciacquare abbondantemente. Diluito con acqua, è inoltre un ottimo detergente per i mobili e lo schermo del televisore.

Limone

Foto: Joshua Resnick - 123.RF

Grazie all’acido citrico, il limone è il più efficace dei disinfettanti naturali. Può essere infatti usato per igienizzare piatti, bicchieri e soprattutto pentole di rame e ottone, a cui dona un effetto brillante. Con il limone è inoltre possibile pulire i giocattoli dei bambini e, tornando in cucina, il forno e i taglieri: basta lasciare che il succo venga assorbito dal legno o dalla plastica. Metà limone già spremuto inserito all’interno della lavastoviglie prima di avviare il ciclo di lavaggio, si rivela infine un ottimo alleato contro i cattivi odori provenienti da questo elettrodomestico.

Olio d'oliva

Foto: subbotina - 123.RF

L’olio d’oliva è probabilmente il più insospettabile tra i detergenti naturali. Eppure è utilissimo per rimuovere residui di colla dal legno e, utilizzato al posto della cera, per ridare vitalità al legno reso opaco dall’usura. È anche ideale per rimuovere macchie e aloni dalle superfici in acciaio inox, inoltre mescolato con un olio essenziale profumato aiuta a rimuovere i cattivi odori dallo scarico del lavandino.

Bicarbonato di sodio

Foto: Laurentiu Iordache - 123.RF

Il bicarbonato di sodio, sciolto nell’acqua, è ideale per eliminare le tracce di pesticidi e in generale lo sporco da frutta e verdura. Questa sostanza naturale è anche un efficace materiale abrasivo, dunque è perfetto per piani cottura in acciaio, forno, microonde e frigorifero. Essendo inoltre un ottimo anti-calcare, è possibile utilizzare con successo il bicarbonato di sodio per la pulizia dei sanitari.

Sapone di Marsiglia

Foto: marrakeshh - 123.RF

Il sapone di Marsiglia nasce come detergente. Lo inseriamo in questa lista in quanto naturale al 100%: viene infatti prodotto con oli vegetali. Anche se viene usato principalmente per lavare i panni, può essere utilizzato anche per sgrassare le mattonelle della cucina. Non solo. I detergenti naturali che abbiamo indicato funzionano bene anche abbinati tra loro: un detersivo fai-da-te con sapone di Marsiglia e bicarbonato di sodio rende splendenti i pavimenti di marmo, pietra e granito.

Foto apertura: pixabay.com

Casa e fai da te
SEGUICI