Tutto sulla pervinca: la pianta perenne dai (magici) fiori blu

Guida Guida

Con i suoi bellissimi fiori e le foglie verde smeraldo, la pervinca è una pianta dal grande fascino. E dalle tante proprietà: scopriamole insieme.

Con i suoi bellissimi fiori e le foglie verde smeraldo, la pervinca è una pianta dal grande fascino. E dalle tante proprietà: scopriamole insieme.

Persino Giovanni Pascoli le ha dedicato una poesia, affascinato dai suoi colori e dalla delicatezza dei suoi fiori: la pervinca è una pianta perenne della famiglia delle Apocynaceae, “sottospecie” delle Vinca, originarie dell’Europa e dei tropici. Molto diffusa come pianta decorativa e per le sue proprietà medicinali, è importante sapere come prendersene cura per beneficiare al massimo dei suoi fiori e della sua presenza sui balconi o in giardino.

Il significato della pervinca

L’origine del nome “vinca”, e dunque “pervinca”, non è ancora chiara. Alcune fonti ritengono che derivi dal latino “vincire”, vincere, per la capacità della pianta di crescere forte e rigogliosa grazie alle radici numerose e in grado di ancorarsi profondamene al terreno.

Altre fonti sostengono invece che il nome derivi da “vincus”, termine sempre latino che sta per “flessibile”, in riferimento ai suoi fusti sottili e molto flessibili.

Quale che sia la vera origine del nome, il significato della pervinca nel linguaggio dei fiori è rappresentazione di fedeltà e legami a lunga durata: non è un caso che molte spose la scelgano per il bouquet. In Italia la pervinca, detta anche “Centocchio” o “Cento occhi”, era nota anche con il nome di “fiore della morte” per l’antica usanza di intrecciarne ghirlande e deporle sulle bare dei bambini defunti.

Pervinca selvatica: tutte le proprietà benefiche

La pervinca è molto diffusa in Italia, anche in natura: la pervinca selvatica si può avvistare soprattutto nei boschi, dove forma ampi tappeti di colore blu e bianco molto suggestivi. E la pervinca selvatica viene spesso utilizzata anche per le sue proprietà medicinali: usata sin dall’antichità per le sue proprietà vasodilatatorie, digestive e antinfiammatorie, le sue foglie possono essere impiegate per preparare decotti utili per lenire disturbi come l’ipertensione, i problemi di digestione e le infiammazioni della pelle. C’è poi la pervinca del Madagascar, un’ulteriore varietà di Apocinacee, impiegata dalle industrie farmaceutiche per ricavare due alcaloidi usati anche per il trattamento della leucemia.

Non solo proprietà benefiche, però: la Vinca resta una pianta tossica a causa dell’alto contenuto di vincristina, un alcaloide presente nelle foglie soprattutto, che se ingerito senza attenzione e adeguato trattamento provoca disturbi all’apparato digerente con sintomi come nausea, vomito, febbre e persino convulsioni.

Bianca e blu: il colore della pervinca

La pervinca è una perfetta pianta sia per il giardino sia per il balcone, che abbellisce con i fiori di diversi colori a seconda della varietà. La pervinca maggiore, o pervinca tappezzante, ha fiori blu, azzurro e viola, mentre la vinca minor può essere bianca o rossa.

Molto resistente, la pervinca in coltivazione ha comunque bisogno di qualche attenzione: importantissima la luce del sole, sia in estate sia in inverno, mentre per quanto riguarda l’acqua è meglio abbondare in estate per sospenderla del tutto in inverno

Pervinca tappezzante: a cosa serve

La vinca, o pervinca tappezzante, complice la fioritura, la conformazione e la compattezza dei suoi arbusti, viene spesso usata per creare tappeti erbosi e fioriti. Perfetta per i giardini, si presta anche a decorare balconi, terrazzi e verande vista la capacità di ancorarsi e crescere in modo strisciante.

Innamorati della pervinca? Provate a coltivarla in una vaso appeso per dare un tocco speciale al vostro terrazzo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI