Zoonosi: le malattie che il gatto può trasmettere all’uomo

Guida Guida

Anche i gatti, soprattutto quelli randagi, possono trasmettere delle malattie all’uomo: scopri quali sono le principali zoonosi che puoi prendere da un gatto.  

Anche i gatti, soprattutto quelli randagi, possono trasmettere delle malattie all’uomo: scopri quali sono le principali zoonosi che puoi prendere da un gatto.  
Ti potrebbero interessare

Le zoonosi, le malattie trasmesse dagli animali all’uomo, sono piuttosto numerose: laddove non si rispettano le norme igieniche fondamentali e, nel caso di animali domestici, non si effettuano le dovute vaccinazioni e profilassi veterinarie, il rischio di contrarre malattie è alto.

Zoonosi: le principali malattie e come si contraggono

Foto apertura: Vadim Guzhva-123RF

Il rischio di prendere una zoonosi riguarda anche i gatti, soprattutto se si decide di adottare un gatto randagio che quindi non ha mai ricevuto cure veterinarie e non ha mai effettuato le principali vaccinazioni. E’ possibile contrarre zoonosi per contatto diretto con l'animale infetto oppure per contatto con materiale, come feci e urine, contaminato dall’animale infetto.

Malattia da graffio di gatto

Una delle zoonosi più facili da contrarre, ma per fortuna piuttosto rara, è la linforeticolisi benigna o malattia da graffio di gatto. E’ sufficiente il graffio di un animale infetto, sia esso un gatto o un cane ma anche uno scoiattolo e persino la spina di una pianta per entrare in contatto con il batterio del genere Bartonella. Di solito i gatti che ne sono portatori sono quelli che hanno pulci e zecche, quindi una buona profilassi per allontanare i parassiti del micio è la soluzione migliore per prevenire questa malattia.

Tigna

Una delle più comune zoonosi trasmissibili dai gatti che però ne sono portatori sani è la tigna, una dermatofitosi causata da un microscopico fungo del tipo Microsporum o Trichophyton. Non è una malattia grave ma ci si contagia facilmente se non si presta attenzione all’igiene.

Rabbia

Così come si può contrarre la rabbia tramite il morso del cane, allo stesso modo può capitare di essere morsi da un gatto randagio con la rabbia. Si tratta di un'infezione di origine virale che attacca il sistema nervoso centrale: occorre intervenire tempestivamente perché, se trascurata, può essere letale.

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è forse la zoonosi trasmessa da gatti più conosciuta e temuta, soprattutto dalle donne in gravidanza, perché si propaga al feto determinando un aborto o malformazioni al sistema nervoso e danni alla vista e al cervello. Questa malattia è causata dal parassita toxoplasma gondiiche che si trova nelle feci del gatto che ne è portatore: quando si pulisce la lettiera del micio infetto e non ci si lava le mani con cura, c’è un’alta probabilità di contrarre la malattia.

Foto apertura: Vasyl Dolmatov-123RF

Animali e cuccioli
SEGUICI