Pasticciotto leccese, la ricetta per farlo a casa tua

Guida Guida

Il 1° giugno è il Pasticciotto Day: ecco come preparare il goloso dolce da passeggio in pochi e semplici passaggi 

Il 1° giugno è il Pasticciotto Day: ecco come preparare il goloso dolce da passeggio in pochi e semplici passaggi 
  • DifficoltàDifficoltà: media
  • CostoCosto: basso
  • CategoriaCategoria: Dolci
  • CucinaCucina: Italiana
  • PorzioniPorzioni: 12
  • CotturaCottura: Al forno
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 45 minuti min
  • Tempo cotturaTempo cottura: 15 minuti min
  • Tempo totaleTempo totale: 60 minuti min

Il Pasticciotto è da molti considerato il dolce simbolo del Salento e, al di fuori della Regione, anche dell'intera Puglia. È una preparazione famosa ormai quanto le orecchiette baresi e da quest'anno ha anche una giornata dedicata. Il 1° giugno si celebra il Pasticciotto day, un modo per ricordare questo scrigno di pasta frolla e crema pasticcera che impreziosisce l'estate salentina.

Tutto quello che c'è da sapere sul Pasticciotto leccese e come prepararlo a casa.

La storia del Pasticciotto

Il Pasticciotto è nato nel 1745 nella pasticceria Andrea Ascalone di Galatina. Secondo la ricostruzione storica fatta da Zeffirino Rizzelli, sindaco del paese dal 1993 al 1996, storico e giornalista, scomparso nel 2007, pare che tutto sia stato frutto del caso. Il pasticcere che ha dato il nome al negozio, si trovava nel suo laboratorio intento a creare un nuovo dolce. Era in difficoltà economica e sperava così di risollevare le sorti della sua attività.

Un giorno era al lavoro per riutilizzare degli avanzi di pasta frolla e crema pasticcera. Mise il tutto in un contenitore di rame, realizzando una versione mignon di una torta. Non fu soddisfatto del risultato, tanto da definirlo un pasticcio. Deluso dal tentativo, non provò nemmeno a vendere il dolce, ma lo regalò a don Silvestro, il parroco del paese. Il prete ne rimase folgorato e ne ordinò altri per sé e la sua famiglia.

Ad oggi, giunti alla quarta generazione, gli Ascalone continuano a tramandarsi la ricetta di padre in figlio, conquistando nuovi clienti, anche oltreoceano.

Le iniziative per il Pasticciotto Day

L'iniziativa è di Agro.ge.pa.ciok, il salone nazionale della gelateria, pasticceria, cioccolateria e dell'artigianato agroalimentare. La prossima edizione è in programma a Lecce dal 7 all'11 novembre 2020. Ma nel frattempo, per incentivare la ripresa del settore dopo lo stop da Coronavirus, ha lanciato il Pasticciotto Day.

Per una giornata i pasticciotti costeranno solo 60 centesimi, circa la metà del prezzo ordinario in tutti gli esercizi commerciali aderenti all'iniziativa. Finora hanno aderito 70 fra bar e pasticcerie, della provincia di Lecce, ma anche di quella di Brindisi. Fra questi non può mancare la pasticceria Andrea Ascalone di Galatina. Fuori dalla regione, si potrà gustare il Pasticciotto anche a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano (qui l'elenco completo).

 

Gli ingredienti dei pasticciotti leccesi

  • 500 g di farina 00
  • 250 g di zucchero semolato
  • 250 g di strutto
  • 4/5 tuorli
  • 3 g di ammoniaca per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1 albume per spennellare
  • 500 g di crema pasticcera
  1. Versa la farina sulla spianatoia e crea un’apertura centrale. Aggiungi lo strutto a pezzi e uniscilo alla farina, pizzicandolo con le dita. Crea nuovamente un’apertura centrale e aggiungi anche lo zucchero, il sale, l’ammonica e i tuorli, tenendone uno da parte (aggiungilo solo se l’impasto non dovesse risultare compatto).
  2. Impasta il tutto sino a raggiungere una consistenza malleabile. A questo punto copri l'impasto con della pellicola e riponilo in frigo per 2 ore. Il riposo è necessario per permettere alla pasta di rilassarsi. Trascorso questo tempo, porta l'impasto sul tavolo che avrai leggermente infarinato.
  3. Ammorbidisci l'impasto e poi arrotolalo per circa 5 cm di diametro. Ricava dei pezzi, appattiscili con il palmo della mano in modo da formare un ovale: con questa pasta andrai a rivestire le forme per il pasticciotto. Ricorda di imburrarle e infarinarle.
  4. Prepara tanti ovali a seconda di quante formine hai. Poi realizza dei piccoli pezzi di pasta per coprire i pasticciotti. Riempi le formine con la crema pasticcera. Puoi usare un cucchiaino o un professionalissimo sac-à-poche.
  5. Con gli altri ovali chiudi i pasticciotti, pressando delicatamente con i pollici sul bordo per far aderire bene la pasta frolla e formare la famosa cupoletta. Spennella la superficie dei dolci con l’albume sbattuto e inforna a 220°C ventilato per circa 12-15 minuti. Quando la pasta frolla sarà dorata, sforna e lascia raffreddare.

Foto apertura: Sabino Parente - 123RF

 

Cucina e ricette
SEGUICI