Come fare la salsa olandese

Guida Guida

Una crema corposa che assomiglia alla maionese, ma si prepara a caldo. Ed è perfetta per asparagi, verdure, pesci e carni: scoprite la salsa olandese!

Una crema corposa che assomiglia alla maionese, ma si prepara a caldo. Ed è perfetta per asparagi, verdure, pesci e carni: scoprite la salsa olandese!
  • DifficoltàDifficoltà: media
  • CostoCosto: medio
  • CategoriaCategoria: Preparazioni di base
  • CucinaCucina: internazionale
  • CotturaCottura: bagno maria
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 30/40 min
  • Tempo totaleTempo totale: 30/40 min
  • Senza glutineSenza glutine

La salsa olandese è una salsa classica, tanto da essere annoverata tra le cinque salse madri della cucina francese. A dispetto del nome, infatti, la salsa olandese (o sauce hollandaise) è stata "presa a prestito" dai cuochi francesi, che l'hanno fatta propria per poi renderla famosa in tutto il mondo.

Essendo una salsa molto corposa, anziché salsa potremmo quasi chiamarla "crema olandese": in effetti, come tutte le preparazioni tipiche dei paesi del nord-Europa, si tratta di una preparazione ad alto contenuto calorico. I grassi, insomma, non mancano poiché altro non è che un emulsione di burro liquido e tuorlo d'uovo.

Come preparare la salsa olandese

La ricetta della salsa olandese non è affatto semplice e la sua preparazione richiede una certa attenzione: si tratta di una salsa che si prepara a caldo e il risultato deve essere quello di una crema liscia, dalla media densità che, in quanto a corposità, potremmo paragonare alla crema pasticcera.

Per preparare una salsa olandese perfetta è necessario utilizzare ingredienti di ottima qualità e a temperatura ambiente. Gli ingredienti, poi, vanno lavorati continuamente con una frusta.

Ma non perdiamoci in ulteriori chiacchiere e andiamo subito a scoprire gli ingredienti e la ricetta della salsa olandese.

 Salsa olandese

Foto bondd © 123RF.com

 

Gli ingredienti della salsa olandese

  • 4 tuorli di uova freschissime
  • 250 grammi di burro di qualità
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • succo di 1/2 limone
  • 1 presa di sale
  • 1 pizzico di pepe di Cayenna

Dosi: per 1 tazza di salsa

Attrezzi: Pentolini, frusta

La ricetta della salsa olandese

Ricordate di tenete tutti gli ingredienti a temperatura ambiente prima di utilizzarli e di procurarvi dei pentolini dal fondo pesante.

  • Preparate una pentolina d'acqua per la cottura a bagno maria, facendo attenzione che l'acqua si mantenga sempre calda senza bollire.
  • In un pentolino  versate l'aceto insieme a 4 cucchiai d'acqua, il sale e un pizzico di pepe di Cayenna.
  • Fate scaldare sulla fiamma al minimo fino ad ebollizione.
  • Quando il liquido si sarà ridotto di circa la metà, togliete il pentolino dal fuoco e fatelo raffreddare.
  • Unite i tuorli della uova uno alla volta senza mai smettere di battere con la frusta.
  • Mettete il pentolino sul bagno marria e continuate a lavorare sempre, con la frusta, fino a quando iniziano ad addensare.
  • A questo punto iniziate ad aggiungere il burro al composto, iniziando con piccolissime quantità e lavorando con la frusta per incorporare.
  • Proseguite fino a terminare il burro.
  • Se necessario, durante la lavorazione, unite 1 cucchiaio di acqua fredda, in modo di mantenere una temperatura non troppo alta nella salsa, che deve essere preparata con una temperatura costante intorno ai 60°.
  • Dopo aver unito tutto il burro la salsa olandese si deve presentare gonfia, liscia e cremosa. Unite a questo punto il succo di limone, sbattendo sempre con la frusta e poi togliete dal bagnomaria.
  • Versate la salsa olandese in una ciotola.

La salsa olandese si serve tiepida, portandola a tavola in un contenitore che possa mantenere il calore.

club sandwich su tagliere

Foto Olena Danileiko © 123RF.com

Come abbinare la salsa olandese

Come abbiamo già detto poco più sopra, la salsa olandese è senza dubbio una crema corposa: ecco perché è perfetta da accompagnare alle verdure cotte al vapore come gli asparagi (per dar loro una marcia in più) o ai secondi di carne piuttosto asciutti. Provatela, per esempio sul petto di tacchino o sul petto di pollo.

Uno dei suoi usi più classici, inoltre, è sulle uova alla Benedict o nel panino chiamato Club Sandwich.


Come conservare la salsa olandese

La salsa olandese fatta in casa deve essere consumata quasi subito: come tutte le preparazioni fresche a base di uova, infatti, la sua conservazione non è affatto lunga.

Se ne preparate in abbondanza, quindi, conservate la salsa olandese chiusa in un barattolo in frigorifero: ricordate però di utilizzarla entro 24 ore.
 

Foto di apertura posinote © 123RF.com

Salse a caldo

Le salse preparate a caldo sono molto delicate. Se si smontano per il troppo calore, unite 1 cucchiaio di acqua ben fredda e battete bene con la frusta. Se invece risultano troppo fredde, unite 1 cucchiaio di acqua ben calda e battete.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI