Dislessia: 6 sintomi da non sottovalutare

Classifica Classifica

La dislessia è un disturbo più comune di quanto si pensi, e una diagnosi precoce è fondamentale per trattarla: ecco i sintomi da non sottovalutare

La dislessia è un disturbo dell’apprendimento che riguarda principalmente l’ambito della lettura: i bambini dislessici hanno difficoltà a decodificare un testo, a riconoscere e unire le lettere per formare parole di senso compiuto e dunque a leggere. Non è un caso che ci siano in circolazione molti libri per bambini dislessici, pensati apposta per affrontare la dislessia e aiutarli a uscire da una situazione che spesso genera frustrazione e vergogna.

Nel trattamento della dislessia, la diagnosi precoce è fondamentale per riuscire a mettere a punto una strategia in grado di superare e tenere a bada il disturbo. E se per diagnosticarla esistono molti test, ci sono anche alcuni sintomi da tenere d’occhio che potrebbero rivelarsi utili indicatori per correre ai ripari: eccone alcuni, i più comuni e quelli da non sottovalutare nell’ottica del benessere e del corretto sviluppo del bambino.

1. Difficoltà e lentezza a leggere

Uno dei sintomi più comuni: una evidente difficoltà a leggere, dipendente dall’incapacità di decodificare i simboli che so trova davanti.

2. Incapacità di capire cosa si sta leggendo

Il bambino legge, ma non riesce a mettere in relazione le parole con il loro significato e a dare un senso compiuto alla frase per intero.

3. Inversione di lettere e numeri

Succede spesso che il bambino dislessico tenda a cambiare di posto ai numeri (31 al posto di 13, per esempio) o alle lettere (m/n; v/f; b/d, a/e).

4. Difficoltà a esprimere ciò che pensa

Il bambino dislessico può avere problemi a dare voce, e dunque a mettere in parole, ciò che pensa e prova.

5. Difficoltà con la matematica

I simboli aritmetici potrebbero rappresentare un’ulteriore fonte di confusione per il bambino dislessico.

6. Confusione sui rapporti spaziali e temporali

Può capitare che il bambino dislessico abbia difficoltà a distinguere la destra dalla sinistra, e ieri da oggi o domani. 

Foto apertura: vejaa © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI