Pet therapy: un aiuto per l'iperattività dei bambini

La vicinanza di un animale domestico può avere effetti benefici anche per i bambini iperattivi: ecco quali sono i benefici della pet therapy per l'iperattività dei bambini.

La vicinanza di un animale domestico può avere effetti benefici anche per i bambini iperattivi: ecco quali sono i benefici della pet therapy per l'iperattività dei bambini.

La pet therapy, ovvero la terapia che sfrutta i benefici dell'interazione tra individuo e animale, ha indiscussi vantaggi riconosciuti ormai da diversi anni.

A trarre maggior giovamento da questa terpaia dolce sembrerebbero essere in modo particolare i bambini che attraverso la compagnia e la vicinanza di un animale domestico possono imparare tantissimo.

Ma non solo, è stato dimostrato che la pet therapy ha effetti benefici soprattutto nei bambini iperattivi.

Nei casi di A.D.H.D, ovvero di Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività, infatti, la vicinanza cane-bambino può avere esiti sorprendenti.

Il motivo? Innanzitutto, perché tra bambino e animale si instaura spesso un rapporto paritario, dove non subentrano giudizi o imposizioni, un aspetto particolarmente importante per i bambini iperattivi che spesso vivono con ansia i continui richiami e le regole imposte dagli adulti.

Dall'amico a quattro zampre, in sostanza, il bambino non si sente giudicato e in questo modo rafforza la sua autostima.

Non solo, il comportamento del cane fornisce spesso un esempio utilissimo per il bambino iperattivo: l'amico a quattro zampe mostra infatti al piccolo la sua naturale capacità di ubbidire e rispondere agli input esterni.

A tutto questo bisogna aggiungere naturalmente uno degli aspetti più importanti per cui spesso viene consigliata la pet therapy come cura dei disturbi dell'attenzione e dell'iperattività: ovvero lo straordinario effetto calmante e rilassante che un cucciolo può avere sul bambino.

mamma e bambino giocano con il cane

È stato dimostrato infatti che il semplice gesto di accarezzare un animale domestico, come un cane o un gatto, è in grado di diminuire la frequenza cardiaca, calmando l'individuo e facendolo così rilassare

Quale razza scegliere?

Fermo restando che qualsiasi cucciolo può essere un buon compagno di giochi, per i bambini iperattivi gli esperti consigliano il Labrador, giocherellone ed energico per natura, oppure il Beagle, altrettanto giocherellone ma anche amante delle coccole e del relax. 

Naturalmente, per sfruttare al meglio i benefici di questo rapporto speciale con l'animale domestico, mamma e papà devono seguire precise regole, preoccupandosi, specie all'inizio, che il bambino impari a convivere serenamente con il cucciolo.

Dare delle regole di convivenza, insegnare al piccolo a rispettare i bisogni dell'animale, è dunque un compito che spetta inizialmente ai genitori: il resto verrà poi da sé, attraverso l'unicità di un rapporto in grado di dare tantissimo tanto al bambino quanto al cane.

Genitori e bambini
SEGUICI