Come controllarare le voglie in gravidanza

Svegliarsi nel cuore della notte per una fetta di torta panna e fragole? In gravidanza può succedere ma meglio limitarsi. 

Svegliarsi nel cuore della notte per una fetta di torta panna e fragole? In gravidanza può succedere ma meglio limitarsi. 

Sarà capitato a molte future mamme di svegliarsi nel cuore della notte con un'irrefrenabile voglia di torta al cioccolato piuttosto che di un panino.

Le voglie in gravidanza, infatti, riguardano la maggior parte delle gestanti e, anche se non hanno ancora trovato nessun fondamento scientifico, di fatto sono un fenomeno da non sottovalutare.

Alla base, con ogni probabilità, ci sarebbero i cambiamenti ormonali tipici del periodo della gravidanza, che possono indurre a sensibili variazioni di gusto. Motivo per cui ci si può ritrovare a desiderare cibi che prima nemmeno si prendevano in considerazione e viceversa.

Secondo alcuni, invece, le voglie sarebbero in realtà lo specchio di un bisogno emotivo e psicologico della futura mamma, quello cioè di coccolarsi, concedendosi qualche peccato di gola in più.

Ma se assecondare le voglie ogni tanto male non fa, è altrettanto importante porsi dei limiti.

Non bisogna infatti dimenticare che il sovrappeso durante i mesi di attesa può avere delle ripercussioni molto serie sull'andamento della gravidanza, provocando disturbi come il diabete gestazionale o la preeclampsia.

Senza contare che se le voglie sono orientate a cibi potenzialmente pericolosi, come pesce crudo o formaggi stagionati, vanno sicuramente arginate.

Come?

Ecco qualche consiglio ad hoc per gestire le voglie in gravidanza.

  • Limitarsi. Naturalmente la prima regola da rispettare per non far impennare troppo l'ago della bilancia è cercare di darsi dei limiti. Questo non significa che le voglie non vadano soddisfatte ma che è meglio farlo moderatamente. Sì a una fetta di torta panna e cioccolato ma una volta a settimana massimo e salute permettendo. Mentre se la voglia è orientata a pane, pizza e focaccia, sarà bene controllare il più possibile le quantità e magari preferire le versioni integrali.
  • Trovare alternative più sane. Una strategia utile può essere quella di sostituire i cibi particolarmente calorici con delle varianti light. Se la voglia di pane è legata alla nausea, per esempio, si può ripiegare su un pacchetto di crackers integrali. Voglia di patatine? Le gallette di mais tostate e leggermente  salate possono essere l'alternativa giusta e decisamente più sana. Per i dolci, invece, meglio puntare su qualche cubetto di cioccolato fondente o su qualche biscotto secco.
  • Distrarsi. Per arginare le voglie, tenersi impegnate può essere molto utile. Via libera allora alla lettura di un libro a tema, alla scelta del corredino per il bebè o a un corso di yoga con il pancione: lo yoga in gravidanza vi aiuterà anche a respirare meglio!
  • Evitare la sedentarietà. Altrettanto importante, per compensare le voglie e quindi gli sgarri alimentari, è puntare su uno stile di vita sano, concedendosi delle passeggiate all'aria aperta o qualche attività fisica di quelle consigliate: praticare sport in gravidanza vi farà sentire bene con voi stesse!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI