Sensazione di ciclo in arrivo ma niente (e se sei incinta?)

Guida Guida

I sintomi sono tutti riconducibili all’arrivo del ciclo mestruale, che di fatto non si presenta: cosa sta succedendo?

I sintomi sono tutti riconducibili all’arrivo del ciclo mestruale, che di fatto non si presenta: cosa sta succedendo?

Crampi, mal di testa, sensazione di turgore al seno: sono solo alcuni dei sintomi della sindrome premestruale, che tutte le donne hanno imparato a riconoscere e identificare come dolori mestruali e a ricondurre all’arrivo del ciclo. Eppure può capitare di avere la piena sensazione di ciclo in arrivo, ma niente. Falso allarme, semplice ritardo, o una gravidanza inaspettata?

Come distinguere i sintomi del ciclo da quelli della gravidanza 

La prima cosa importante per fare chiarezza è riconoscere i sintomi, sopratutto se si è in presenza di dolori mestruali senza ciclo.

Nausea 

Differenze tra sintomi del ciclo mestruale e quelli della gravidanza

Foto:Andriy Popov-123RF

Ciclo 

Può capitare che la sindrome premestruale, in alcune persone, provochi anche nausea: conoscere se stesse è fondamentale per iniziare a distinguere i sintomi. Durante le mestruazioni infatti l’utero espelle il tessuto endometriale attraverso una serie di contrazioni uterine che influenzano anche i muscoli addominali e dello stomaco, provocando la nausea. Se dopo la nausea si presentano le perdite di sangue è molto probabilmente indizio di ciclo mestruale.

Gravidanza 

La nausea, nella stragrande maggioranza dei casi, è associata a una gravidanza, soprattutto nei primi mesi. Si presenta al mattino, solitamente, ed è spesso ccompagnata da vomito, differenziandosi da nausea da mestruazioni.

Perdite 

Come riconoscere i sintomi di una gravidanza

Foto:Siam Pukkato-123RF

Ciclo 

Le perdite di sangue sono generalmente il sintomi più evidente dell’arrivo del ciclo, e il colore è indicativo. Il ciclo mestruale, infatti, è caratterizzato da perdite di colore rosso vivo o scuro, mentre lo spotting da impianto ha una tonalità meno intensa, tendente al rosaceo o in certi casi al marroncino.

Gravidanza 

Anche in gravidanza può capitare di avere perdite di sangue, le cosiddette “false mestruazioni”. Si tratta di perdite da impianto, che si verificano circa una decina di giorni dopo il concepimento e sono dovute alla rottura dei vasi sanguigni dell’endometrio in seguito all’annidamento dell’ovulo, o in alcuni casi a piccoli traumi al collo dell’utero. Sono di colore scuro, tendente al marrone, se l’annidamento dell’embrione è avvenuto già da qualche giorno, o di colore più chiaro e rosato se l’impianto è recente.

Dolori addominali 

Come imparare a riconoscere i sintomi del ciclo mestruale

Foto: chajamp-123RF

Ciclo 

I dolori al basso ventre possono comparire sia nella sindrome premestruale sia all’inizio della gravidanza. Nel primo caso i crampi indicano l’imminente arrivo delle mestruazioni ma, a differenza di un esordio di gravidanza, il dolore è facilmente riconoscibile e piuttosto marcato, oltre che continuo, e aumentano nei primi tre giorni diminuendo via via di intensità.

Gravidanza 

Nel caso di un esordio di una gravidanza, i crampi al basso ventre possono essere avvertiti ma con meno frequenza e meno intensità.

La prova del nove: fai il test 

Ovviamente ogni donna e ogni organismo sono unici, e ogni ciclo mestruale ha caratteristiche precise, così come la gravidanza. L’unico modo per essere certi di una eventuale gravidanza è effettuare un test: quelli in commercio analizzano le urine e sono molto semplici da usare. ll consiglio è di aspettare almeno una settimana di ritardo mestruale per non ottenere dei test falsati. In caso di test positivo, è consigliabile rivolgersi al proprio ginecologo. 

Foto apertura: rawpixel-123RF

Genitori e bambini
SEGUICI