5 consigli infallibili per far amare la lettura ai propri figli

Classifica Classifica

Un libro è un amico per la vita, soprattutto se l'amicizia si stringe sin da piccoli: ecco come aiutare i propri figli ad amare la lettura.

Leggere è importantissimo non soltanto per accrescere la propria cultura e le proprie conoscenze, ma anche per crescere. Letteralmente. Ed è per questo che prima si abituano i bambini a prendere in mano un libro e immergersi in nuovi mondi, meglio è.

Ovviamente, in un’epoca di smartphone, tablet, televisioni e videogiochi, è difficile aiutare i più piccoli ad appassionarsi alle semplici parole. Eppure basta qualche piccolo accorgimento per svelare anche a loro tutti i benefici della lettura, e quanta magia possano contenere pagine ben scritte. Della questione si sono occupati parecchi esperti, dagli psicologi ai pediatri passando per i ricercatori, tutti concordi nel consigliare ai genitori di avvicinare il prima possibile i propri figli alla lettura senza per questo doverli necessariamente forzare. Vi sembra un’impresa difficile? Ecco tre buone regole da rispettare su base quotidiana per portarla a termine senza sforzi, e con tantissimi benefici.

1. Lasciate a loro la scelta di cosa leggere

Per questo ci sono già spesso gli insegnanti, che nel percorso formativo degli alunni spesso indicano, o quantomeno consigliano, dei libri per bambini considerati maggiormente adatte all’età del bambino e alla crescita. Quando si tratta di voi, dunque, lasciate che siano i bambini a scegliere: accompagnateli in libreria, lasciate che prendano in mano i libri e chiedano informazioni sulle trame, incoraggiateli a scegliere quelli che più li attraggono e aiutateli a selezionarli anche sulla base della loro personalità.

2. Leggete con loro

Riservate una piccola parte della giornata a quello che dovrebbe diventare una sorta di “rito”: accoccolarsi insieme sul letto o sul divano per leggere insieme, a voce alta, il libro scelto. In questo modo non soltanto rafforzerete il legame, ma renderete l’esperienza ancora più completa e ricca di calore.

3. Date il buon esempio

Non c’è niente di meglio per un bambino che imparare dai propri genitori. Come tutti i “cuccioli”, i bimbi imparano anche per apprendimento visivo, e vedere mamme e papà sedersi in poltrona con un libro tra le mani ogni giorno li spingerà a emularli, e ad adottare a loro volta questa bellissima abitudine. 

4. Non forzateli

Non insistete perché leggano uno specifico libro, o vi si dedichino per un periodo di tempo preciso. La lettura non deve diventare qualcosa di imposto, e il bambino non deve associarla a un obbligo, ma a un piacere: solo così diventerà una vera buona pratica.

5. Parlate insieme dei libri

Oltre a leggere insieme, stimolate il bambino chiedendogli di raccontarvi il libro e il punto cui è arrivato: è un ottimo modo per avvicinarlo ancora di più alla lettura e stimolarne capacità di ragionamento, logica e sintesi in modo divertente.

Foto apertura: choreograph © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI