Bambini iperattivi, arriva la bici-banco

Notizia Notizia

Inventata in Canada da un pedagogista canadese, Mario Leroux, è stata adottata anche in una scuola italiana: ecco come funziona.

Agitati, ansiosi, incapaci di stare fermi, apparentemente sempre distratti: ai vecchi tempi si diceva che i bambini con queste caratteristiche avessero il cosiddetto “argento vivo” addosso, oggi invece si è arrivati a diagnosticare quello che è di fatto un disturbo del comportamento, e cioè la sindrome da deficit dell’attenzione e iperattività, altrimenti nota come “adhd”.

Bambini iperattivi: cos'è la bici-banco

Pensando proprio ai bambini iperattivi e che spesso hanno difficoltà a frequentare la scuola con profitto perché costretti all’immobilità per lunghe ore, in Canada è stata presentata e sperimentata la prima Bici-Banco della storia, una sorta di cyclette che al posto del classico manubrio ha un ripiano su cui è possibile appoggiare tutto il necessario per le lezioni.

La sindrome da deficit dell’attenzione è un disturbo più comune di quanto si possa pensare, e sul bambino causa una grande difficoltà a concentrarsi su una sola cosa e a restare fermi per troppo tempo: “Ci sono studenti che hanno tanto bisogno di muoversi - ha spiegato Mario Leroux, pedagogista canadese ideatore della Bici-Banco -. Spesso però disturbano la classe. Quindi ero alla ricerca di qualcosa che permettesse loro di lavorare in classe, muovendosi senza disturbare gli altri compagni”.

Bici-banco: i benefici

Il movimento ripetuto e continuo aiuterebbe infatti i bambini a “scaricare” le energie, permettendo loro di sfogarsi ed evitando che i compagni vengano distratti dal loro movimento: 15 minuti di pedalata sarebbero sufficienti per apportare benefici al piccolo studente, e integrano in maniera sana l’aiuto dei farmaci, che a oggi non sono ancora in grado di curare il problema.

La Bici-Banco ha avuto talmente tanto successo in Canada che adesso anche una scuola di Valgella, a Teglio, in provincia di Sondrio, ha deciso di introdurne una in classe per adnare incontro agli studenti iperattivi: a progettarla il FabLab di Sondrio, che ispirandosi proprio alla creazione di Mario Leroux ha creato una cyclette perfetta per studiare.

Foto apertura: Cenkay şahinalp © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI