Paste polimeriche: i colori, i pigmenti e i materiali da inclusione

Guida Guida

Con l'uso dei colori e dei materiali da inclusione gli oggetti creati con le paste polimeriche possono diventare davvero unici e splenidi! Vediamo quali prodotti utilizzare e come utilizzarli!

Con l'uso dei colori e dei materiali da inclusione gli oggetti creati con le paste polimeriche possono diventare davvero unici e splenidi! Vediamo quali prodotti utilizzare e come utilizzarli!

Le paste polimeriche si presentano in panetti di diversi colori, oltre al bianco e al nero. Sono molte anche le varianti. Come quelle glitterate, pastello, neon. Se ancora non siamo soddisfatti e vogliamo colori più particolari possiamo farlo.

La cosa bella delle paste polimeriche è la possibilità di farle diventare uniche e personalizzate

Come? Colorandole a piacere, magari partendo proprio da una base neutra come il bianco o il trasparente. Possiamo utilizzare i colori ad olio, i colori acrilici a base d’acqua, i pigmenti. Dipingiamo i panetti prima della cottura in forno.

Per colorare una porzione di pasta polimerica stendiamola in una sfoglia molto sottile. Con un pennello a setole morbide e piatte passare il colore su tutta la sfoglia. Tingere con la colorazione desiderata solo un lato della sfoglia, dopodiché avvolgerla su se stessa. Impastare bene tra le mani e stenderla nuovamente. Otterremo così un colore uniforme.

Oltre a colorare la pasta polimerica possiamo anche includere all’interno molte texture di vario genere. Dai glitter colorati, alle microsfere. Oltre a ingredienti naturali come la polvere di caffè, lo zucchero semolato per dare un effetto granuloso.

Sicuramente sperimentare in questo caso è di dovere. Possiamo trovare così tantissime varianti per dare un effetto sicuramente particolare e unico alle creazioni.

Se vuoi scoprire di più sulle creazioni di Mia, visita il suo canale Youtube!

Hobby e tempo libero
SEGUICI