Il turismo in Italia è offline

Guida Guida

Un recente studio di ProntoHotel.it segnala tutte le carenze del settore turistico italiano in materia di digitalizzazione: il turismo del Belpaese resta offline. 

Un recente studio di ProntoHotel.it segnala tutte le carenze del settore turistico italiano in materia di digitalizzazione: il turismo del Belpaese resta offline. 

Secondo uno studio dell'Osservatorio digitale di ProntoHotel.it, il Belpaese è tra gli ultimi posti rispetto agli altri paesi europei per quanto riguarda sviluppo della tecnologia e del web applicato al turismo. Peggio di noi solo la Grecia, mentre Svezia e Olanda sono ai vertici della classifica.

In pratica otto turisti su dieci, che visitano il nostro Paese, cercano il Wi-Fi gratuito per collegarsi negli hotel ma non lo trovano, senza contare poi le difficoltà che un utente incontra nel momento in cui vuole pianificare un viaggio in Italia e prenotarlo su internet.

Gli hotel che offrono una connessione Wi-Fi gratuita sono solo 52,8%: veramente pochi se si tiene conto dell’importanza che internet riveste nella vita quotidiana delle persone dalla lettura delle e-mail all’uso dei social network come Twitter e Facebook.

Nel resto d’Europa invece questa percentuale raggiunge l'85% e una circa il 40% degli hotel garantisce una buona qualità del Wifi.

La Svezia è il Paese con offre più strutture recettive con una connessione gratuita (84,3%), seguono poi i Paesi Bassi ( 78,2%), la Francia (75,4%), la Spagna (71,5%), la Gran Bretagna (67,2%) e la Germania (69,3%) e infine, dopo l’Italia, la Grecia (49%).

In America la percentuale degli hotel che offrono Wi-Fi gratuito raggiunge l'82% mentre in Asia la percentuale degli alberghi è minore rispetto all'Ue (72%), anche se è esattamente la metà delle strutture a garantire una buona qualità di connessione.

Oltre a cercare una connessione gratuita il viaggiatore d’oggi desidera trovare altre comodità come la colazione gratuita (80%) e il parcheggio (68%) mentre tra le amenities meno ricercate vi sono il minibar (27%), il business center (23%) e la spa (20%).

In conclusione l’Italia non sembra trovarsi affatto al passo con i tempi in materia di digitalizzazione applicata alla recettività nonostante il grande patrimonio artistico e culturale in grado di offrire.

Foto © labalajadia - Fotolia.com

Connessione a pagamento

L'alternativa dei turisti che non trovano connessioni gratuite negli hotel italiani è quella di recarsi in un internet point o usare la connessione del proprio gestore a pagamento.
 

Hobby e tempo libero
SEGUICI