Voglia di evadere per Pasqua? Scappate a Favignana

Guida Guida

Un’isola paradisiaca nell’arcipelago delle Egadi, al largo delle coste occidentali della Sicilia.

Un’isola paradisiaca nell’arcipelago delle Egadi, al largo delle coste occidentali della Sicilia.

Per le vacanze di Pasqua prendete un traghetto a Trapani e fatevi portare sulle isole Egadi: in particolare scegliete Favignana. L'arcipelago comprende anche Levanzo e Marettimo, e gli isolotti di Maraone e Formica, più vicini alla costa di Trapani. Le isole fanno parte dell'Area Marina Protetta Isole Egadi che, con i suoi 532 km² di estensione, è la più vasta d'Italia.

Favignana è di natura calcarea, prevalentemente collinosa e con coste frastagliate e ricche di approdi

Le spiagge incontaminate, il mare dal blu intenso, il sole caldo tipico del sud e l’ottimo cibo siciliano saranno lì ad accogliervi. Andate al porto e comprate il pesce fresco direttamente dai pescatori. Se non vi piace cucinare, non temete: troverete sicuramente ottimi ristorantini in cui gustare i piatti tipici della tradizione.

Al centro dell'abitato di Favignana sorge la chiesa dell'Immacolata Concezione, del XVIII secolo. Sul porto vi è l'ottocentesco villino Florio, in stile liberty, sede municipale; a poca distanza si trovano gli edifici della tonnara. I forti di Santa Caterina e di San Giacomo sono testimonianze del periodo normanno.

Capiamo qualcosa della storia di queste piccole isolette del sud Italia. Abitato fin dall'epoca preistorica, l'arcipelago fu conteso tra Cartaginesi e Romani, che lo conquistarono nel 241 a.C. Appartenuto fino al Cinquecento agli spagnoli, in seguito divenne possesso dei Pallavicini-Rusconi, dai quali nel 1874 fu ceduto ai Florio, passando infine ai Parodi di Genova. Il borgo di Favignana, già postazione di avvistamento saracena, venne fortificato in epoca normanna; fu utilizzato dall'età borbonica come carcere.

Hobby e tempo libero
SEGUICI