Adiposità localizzate: cosa sono e quando intervenire

Video Video
Le adisposità localizzate sono frequenti sia nell'uomo che nella donna, lo stile di vita sano del paziente permette di intervenire in modo più efficace e duraturo

A domanda... Risposta!

Per adiposità localizzata si intende l’accumulo di adipe in zone ben circoscritte del nostro corpo. Nell’uomo le zone più frequentemente colpite dall’adiposità localizzata sono l’addome, i fianchi e il pettorale in cui l’accumulo adiposo prende il nome di ginecomastia. Nella donna le zone più frequentemente interessate sono le culotte de cheval, i glutei, l’interno coscia, l’interno ginocchia e le caviglie. Vi sono cause genetiche in cui il soggetto ha una predisposizione marcata all’accumulo di adipe in queste aree.
Vi è anche una situazione in cui il soggetto era in sovrappeso e attraverso la dieta è arrivato al normopeso ma permangono dei cuscinetti adiposi in alcune aree. Nel caso in cui un soggetto abbia delle adiposità localizzate e siamo certi che abbia un corretto stile di vita dunque controlli il proprio peso, l’alimentazione e svolga attività fisica, vale la pena approcciare questa problematica con metodiche mediche o chirurgiche. 

CREDITS

Autore
Maurizio Poletti

Regia
Maurizio Poletti

DOP
Claudio Lucca

Operatore
Maurizio Poletti

Montaggio
Maurizio Poletti

Esperto
Dario Tartaglini, medico estetico 

Salute e benessere
SEGUICI