Feci gialle: possibili cause e rimedi

Guida Guida

Le feci gialle possono essere un fenomeno transitorio, ma anche un sintomo di qualche patologia più importante. Ecco quali sono le possibili cause e i rimedi. 

Le feci gialle possono essere un fenomeno transitorio, ma anche un sintomo di qualche patologia più importante. Ecco quali sono le possibili cause e i rimedi. 
Ti potrebbero interessare

Se non sono un fenomeno transitorio e sporadico, le feci gialle possono essere un sintomo evidente di qualche problematica associata all’apparato gastrointestinale o di eventuali sindromi da malassorbimento.

Nella maggioranza dei casi, però, questa anomala colorazione non è preoccupante, ma solo una conseguenza di diete sbilanciate, diarrea o assunzioni di farmaci particolari. Nello specifico, infatti, il colore giallo è causato da una riduzione della quantità di pigmenti biliari.


Perché le feci sono gialle 

Le feci gialle sono un sintomo che può essere causato da molti fattori differenti. In alcuni casi, ad esempio, sono un fenomeno transitorio causato dall’assunzione di alcuni farmaci o legate ad una particolare variazione dell’alimentazione. Anche assumere cibi come riso e patate o ricchi di betacarotene, infatti, può incidere sulla colorazione chiara.

Tuttavia, se la sintomatologia non regredisce spontaneamente in pochi giorni, il particolare colore giallognolo può essere indice di cattiva digestione o di qualche patologia più seria a livello gastrointestinale, epatico, del pancreas o delle vie biliari.

Una variazione cromatica gialla e anomala, infatti, può essere espressione di una ridotta digestione dei grassi o anche un sintomo evidente di un transito eccessivamente accelerato nell’intestino del cibo che si è ingerito.

Feci gialle nei bambini

Nei bambini è perlopiù normale che le feci siano liquide e di colore giallo. Durante l’allattamento, infatti, questa colorazione è indice di un buon assorbimento del latte materno. È bene tenere presente, inoltre, che il tipico colore marrone compare solo quando si assumono cibi solidi in fase di svezzamento.

Tuttavia, nei primi giorni di vita, delle feci giallognole possono essere anche indice di ittero neonatale. In tal caso sarà il pediatra ad individuare le cause del fenomeno e a consigliare come intervenire.

I sintomi associati alle feci gialle

L'evidente alterazione cromatica delle deiezioni è il sintomo più evidente di questo disturbo. Le feci, infatti, possono presentarsi (raramente) scure o bianche, chiare e tendenti al giallo sporadicamente o con una certa frequenza a seconda della causa scatenante.

Feci gialle: i rimedi

Se il disturbo è transitorio non necessita di cure particolari. Può essere sufficiente, ad esempio, variare la propria alimentazione, smettere di assumere determinati farmaci o praticare una maggiore attività fisica per riportare le feci ad una colorazione più scura.

Tuttavia, se il fenomeno è invece il sintomo di qualche patologia più importante, sarà il proprio medico curante ad individuare la terapia più idonea in base alla specifica casistica.

Salute e benessere
SEGUICI